Log directory is not writable - please CHMOD e107_plugins/log/logs to 777


 

Omessa giustizia!

Scritta da vikingo32 il: giovedì 13 settembre 2012 - 11:57 41 nella categoria: L'angolo di Farsopoli

Una delle principali accuse che i tifosi delle altre squadre muovono ai tifosi bianconeri è che questi ultimi hanno al tendenza a sentirsi “soli contro tutti”, tendenza ancora più accentuata dalla presidenza di Andrea Agnelli. Chi ha ragione? Proviamo ad esaminare cosa è stato il mondo del calcio negli ultimi venti anni.

La presenza nel calcio di banchieri come Geronzi e imprenditori discutibili come Tanzi e Cragnotti hanno spinto le loro società calcistiche e quelle che in quegli anni rivaleggiavano con loro, milanesi in primis, sull’orlo del baratro. L’utilizzo spregiudicato delle famigerate plusvalenze fittizie attraverso scambi di giocatori semi-sconosciuti con valori miliardari hanno indebitato le squadre all’inverosimile e soltanto grazie all’intervento del governo e al decreto spalmadebiti che permetteva di distribuire le perdite su più esercizi che queste squadre hanno potuto iscriversi ai campionati. Il decreto spalmadebiti venne poi cancellato dopo che la comunità europea lo giudicò contrario ai principi di concorrenza soprattutto nei confronti delle altre squadre d’europa che in quegli anni vedevano le italiane portare sempre tre, quattro squadre nelle finali delle coppe. A quel punto queste società stra-indebitate ricorsero ad altri trucchetti contabili come la vendita del marchio a se stessi o l’utilizzo di fidejussioni fasulle per potersi iscrivere ai campionati. Qualcuna di queste ha pagato per questi comportamenti? Mai! Giraudo, la cui gestione societaria accurata ha fatto sì che la Juventus mai avesse avuto bisogno di simili giochetti, resosi conto che le sue rivali non avevano proprio dei comportamenti cristallini denunciò il famoso “doping finanziario e amministrativo”. Risultato? Sette anni di processo a lui e al dottor Agricola per doping, quello vero! Il tutto iniziato con la famosa denuncia di Zeman: “il calcio deve uscire dalle farmacie”, una denuncia che il solo procuratore di Torino Guarinello raccolse. Il processo finì con l’assoluzione in cassazione per somministrazione di sostanze dopanti mentre l’utilizzo off-label di sostanze lecite avrebbe dovuto essere provato con un nuovo processo ma ormai erano scattati i termini di prescrizione. Quest’ultima frase permette ancora oggi ai detrattori dei bianconeri di insinuare dubbi sulle vittorie di quegli anni… Sempre in quegli anni scoppiò un altro scandalo, quello dei passaporti fasulli. In pratica alcune società, per poter tesserare calciatori extra comunitari oltre il limite stabilito dai regolamenti erano soliti utilizzare delle scorciatoie per poter scovare improbabili parentele nei più disparati paesini della nostra penisola in modo da far ottenere ai propri tesserati il tanto agognato status di “comunitario”. Il più clamoroso di questi casi fu il caso Recoba che costrinse il dirigente neroazzurro Oriali a patteggiare 6 mesi di carcere. Nonostante il tesseramento irregolare sia un palese illecito sportivo, che dovrebbe prevedere pene pesantissime, l’Inter se la cavò con una semplice ammenda economica. Altro scandalo che coinvolse le due società milanesi fu “bilanciopoli” sul quale indagò il pm di Milano Nocerino che puntò gli occhi proprio su quelle famose vendite del marchio a se stessi che permise a Milan e Inter di presentare dei bilanci sani, requisito essenziale per potersi iscrivere al campionato. Dal punto di vista penale il caso venne archiviato in quanto il falso in bilancio era stato depenallizzato dal governo Berlusconi mentre nel procedimento sportivo le società patteggiarono con l’articolo 23 un’ammenda pecuniaria. Come si può notare erano anni in cui nel calcio il concetto di moralità era molto aleatorio, in pratica ognuno faceva quel che voleva. Questo fino al 2006 quandò alcune intercettazioni riguardanti il direttore generale della Juventus Moggi e i due designatori Bergamo e Pairetto scatenarono la reazione di tutti i media e delle istituzioni. “ La Juventus ruba!”, questo era il motto più ascoltato nei bar e, sfortunatamente, anche nelle aule processuali. Il risultato fu che la Juve venne privata di due scudetti e sbattuta in serie B con penalizzazione(la più pesante sanzione mai comminata ad una società nella storia del calcio mondiale) mentre le telefonate di altre squadre coinvolte nell’inchiesta (Milan, Lazio e Fiorentina) vennere ritenute meno gravi. La società che maggiormente beneficiò dello scandalo fu l’Inter perché, si diceva, non telefonava a nessuno. Per questo comportamento onesto e limpido i neroazzurri vennero “omaggiati” dall’ex dirigente Guido Rossi, diventato commissario straordinario della figc, con lo scudetto del 2006. Peccato che negli anni successivi il colleggio difensivo di Luciano Moggi scovò diverse telefonate poco convenienti tra i designatori e l’allora presidente interista Giacinto Facchetti. In aggiunta l’ex arbitrò Nucini, sotto giuramento, dichiarò in tribunale a Napoli di aver ricevuto delle offerte di lavoro proprio dall’Inter in cambio di un ruolo di “talpa” all’interno del mondo arbitrale. Questi ultimi accadimenti hanno portato il procuratore federale Palazzi a scrivere una relazione in cui accusa l’Inter di aver violato gli articoli 1 e 6 del codice di giustizia sportiva. Ma ancora una volta l’Inter si salva grazie alla prescrizione mentre lo scudetto del 2006, assegnatogli proprio per motivi etici, non può essergli revocato per una presunta incompetenza della figc. Arrivando ai giorni nostri si scopre che, sempre l’Inter, si è resa protagonista di pedinamenti e controlli sul traffico telefonico nei confronti di propri ex tesserati, arbitri, la juventus e la gea, un comportamento gravissimo che, perlomeno, ha infranto l’articolo 1 del cgs, quello riguardante la lealtà sportiva. Ma anche su questo è ormai sopraggiunta la prescrizione. Scoppia l’ennesimo scandalo nel calcio (ma non era tutto pulito ora?), quello del calcioscommesse. Vengono coinvolti molti tesserati, alcuni rei confessi di aver taroccato partite in complicità con organizzazioni criminali in cambio di denaro ma il vero personaggio che riempie pagine di giornali e ore di trasmissioni è Antonio Conte colpevole di omessa denuncia secondo il concetto del “non poteva non sapere”, lo stesso concetto che salvò il Milan in calciopoli (Galliani non sapeva quello che faceva Meani) e l'Inter nei pedinamenti (Moratti non sapeva quello che faceva Facchetti) non vale per i tesserati della Juve. Nell’inchiesta vengono coinvolti altri tesserati di società di serie A ma per esaminare i loro casi la procura federale prende tempo anche perché pare più urgente deferire nuovamente Conte per le accuse pesanti che sono state pronunciate in conferenza stampa dal tecnico juventino… Concludendo io non lo so se gli Juventini facciano bene a sentirsi delle vittime ma, se guardiamo il comportamento tenuto dalla giustizia sportiva negli anni, pare evidente perlomeno una disparità di trattamento. Le magagne degli altri vengono minimizzate mentre quelle bianconere trovano alta risonanza, prima negli organi di informazione poi in quelli inquirenti. “Parità di trattamento” è quello che ha sempre chiesto la Juventus nelle parole del suo presidente Andrea Agnelli! Chi può dargli torto?



Commenti:  2 | Stampa: Stampa veloce



facebook
http://jcmelegnano.net/e107_plugins/autogallery/autogallery.php?show=LE%20JUVENTUS....VINCENTI



trofei_2019.jpg
 
Numero_soci_2019.jpg
 
 Buono partita.png
 
app_android.jpg
 
contattaci_nero_e_giallo.jpg
scrivi_un_articolo.jpg
 
bandiera_juve.gif
 
meteo_it_2.jpg
meteo_melegnano_2.jpg
meteo_Calcio_2.jpg
 
Uniti per un solo amore.jpg
Juventus_Card.png
servizio_pullman.jpg
trasferte.jpg
 guarda_video_juve_stadio_.jpg
 Emozione.jpg




Tennis.png
 
amici.jpg
 
TB_icona_250.jpg
 
blog_luca_marotta.jpg
 
logo_orange_stings.jpg

foto_divisorio_sondaggio.jpg



 
 

 

Chatbox


Devi essere registrato per inviare commenti - effettua il Login oppure se non sei registrato clicca qui per iscriverti


RozziEugenio16
Ciao!!

rozzieugenio
Ciao a tutti!!

fabiettto
sono residente in Puglia... Posso iscrivermi regolarmente al club?

rozzieugenio
Ciao a tutti!! Come và?

Prof72
Ora mi sento parte integrante del club.finalmente mi sono iscritto per tifare con tutti voi.

sef1897
Saluti ...

Prof72
Ciao a tutti sono stato assente per un bel Po ma torno con piacere tra gli amici bianconeri.

rozzieugenio
Ciao a tutti!!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web Elettrik79.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web oskarre64.
Ora puoi tifare con noi!