News: Juventus – Genoa vista dal web
(Categoria: Commenti ai match)
Inviato da nuccia_13
giovedì 25 gennaio 2018 - 22:31 58


Ecco una selezione dei primi commenti a caldo, estratti al termine della partita da alcuni tra i principali siti web. Una panoramica che consentirà un rapido confronto tra le varie voci che si alzano dal “coro dei giornalisti” per giudicare la prestazione della nostra amata Juventus: minimo sforzo per tenere il passo!



TUTTOSPORT.COM: Douglas Costa, un Flash sul Genoa. Juventus di nuovo a -1 dal Napoli Una Juventus versione operaia, compatta e senza troppi fronzoli, batte di misura il Genoa, con un gol di Douglas Costa nel primo tempo, e risponde così al Napoli riportandosi a -1. Un match non stratosferico, ma chiuso con i tre punti. Ed è quello che conta per la squadra di Allegri. La sofferenza nel finale? Si spiega con un po’ di stanchezza e il tridente pesante rossoblù senza più nulla da perdere alla ricerca del clamoroso pareggio. In fondo, comunque, gli ospiti non impegnano mai severamente Szczesny, anche perché quando si alza il muro è dura passare. Per tutti. Il calendario, da ora in avanti, non darà respiro e c’è bisogno di recuperare qualche infortunato. Higuain a secco? Sì, ma sulla generosità e concretezza nulla da dire: semplicemente al servizio della Vecchia Signora. Come SuperMario Mandzukic, uomo che rincorre e sforna l’assist vincente. Douglas Costa? Decisivo con il suo spunto: il brasiliano sta migliorando, mentre il connazionale Alex Sandro non esce ancora dal tunnel.

CORRIEREDELLOSPORT.IT: Juventus-Genoa 1-0: decide Douglas Costa al 16' Una Juventus non brillantissima, ma solida e cinica, resta in scia al Napoli grazie al gol di Douglas Costa al 16'. Con il minimo sforzo i bianconeri battono il Genoa 1-0 e tornano a -1 dalla vetta conquistando la quinta vittoria consecutiva. Higuain, davanti a Sampaoli in tribuna, non brilla e resta a secco per la sesta partita consecutiva in campionato. Mai il Pipita aveva affrontato un digiuno così lungo. Per fortuna di Allegri la flessione dell'argentino non sta influendo sui risultati, anche se la Juventus nel finale con il Genoa ha sofferto un po'. Allegri, ancora con i postumi dell'influenza, si è sgolato per tenere alta l'attenzione dei suoi fino al 93'. La Juventus alla fine risponde al Napoli. Il campionato è sempre più una corsa a due, con Lazio e Inter staccate di 10 punti (i biancocelesti devono recuperare una partita).

GAZZETTA.IT: Juventus-Genoa 1-0: Douglas Costa firma il gol decisivo La Serie A è ripartita con la stessa trama: il Napoli vince, la Juventus gli tiene testa. Al successo risicato sull'Atalanta degli azzurri, la Signora risponde con lo stesso risultato in casa col Genoa: 1-0 grazie a Flash, alias Douglas Costa, che batte Perin e regala ai suoi tre punti preziosi per continuare a tallonare la squadra di Sarri. Decide ancora lui, Douglas Costa. Allegri lo ha preferito a Bernardeschi, con Mandzukic a sinistra e Higuain al centro a completare il tridente, e con Lichtsteiner (che alla fine l'ha spuntata su Barzagli e De Sciglio) a coprirgli le spalle. Il bunker del Genoa ha resistito appena un quarto d'ora. L'azione del vantaggio è partita dai piedi di Flash (questo è il soprannome di Douglas Costa), che al 16' ha rubato palla in scivolata a Bertolacci per consegnarla a Mandzukic. Cross del croato e tocco in rete (di destro) del numero undici bianconero.

SPORTMEDIASET.IT: Douglas Costa lancia la Juve, Genoa battuto La Juventus batte il Genoa 1-0 all'Allianz Stadium e continua l'inseguimento al Napoli capolista, che torna così sotto tiro a un solo punto di distanza. Nel match che ha chiuso la 21esima giornata di Serie A, decisivo il guizzo di Douglas Costa (16') su assist di Mandzukic. I bianconeri sfiorano più volte il raddoppio, nel finale i rossoblù tentano il tutto per tutto ma al triplice fischio la Juve festeggia la vittoria.

SPORT.SKY.IT: Juve-Genoa 1-0, Douglas Costa al 16'. Torna a -1 dal Napoli Se il Napoli chiama, la Juve risponde. A piccoli ma inesorabili passi, a suon di 1-0. Che la questione scudetto sarebbe diventata una lunga cavalcata a due oramai sembrava chiaro da almeno un mesetto. E come i facili pronostici che si rispettino ecco che il futuro del tricolore pare delinearsi proprio in una corsa parallela verso simili propositi di gloria. Perché dopo la vittoria, lautamente festeggiata, del Napoli sull’indigesto Gasperini, ecco puntuale la replica bianconera contro un Genoa a tratti anche volenteroso ma troppa poca cosa rispetto a sua maestà 6 volte consecutivamente campione d’Italia. Frutto della solita superiorità tecnica e di organizzazione che in Italia separa troppe squadre, quasi tutte, dalla truppa guidata da Allegri. Ma anche di intelligenza e determinazione, quelle sfoggiate da Douglas Costa al 16’ di un primo tempo senza storia nel guizzo che alla fine deciderà la partita. La grinta nel vincere un contrasto dopo essersi allungato un po’ troppo il pallone e l’intuizione di tuffarsi nello spazio per ricevere, con la punta del piede destro, il preciso assist di Mandzukic.

RAISPORT.IT: La Juve resta in scia La Juventus non impressiona ma vince ed evita la fuga del Napoli. E' Douglas Costa, con un guizzo sotto porta al 16', a riportare i bianconeri a una sola lunghezza della capolista: battuto di misura all'Allianz Stadium un Genoa timido nel primo tempo (in cui la Juve ha creato tanto), piu' intraprendente nella ripresa, ma in sostanza mai capace di calciare con pericolosita' verso la porta di Szczesny. Pjanic e Khedira portano i primi assalti dalle parti di Perin che, da par suo, salva sulla punizione del bosniaco dal limite.

EUROSPORT.IT: Ad una brutta Juventus basta un guizzo di Douglas Costa per battere il Genoa: finisce 1-0 Se a contare in serate come questa, di rientro dalla sosta, sono i tre punti, allora per la Juventus è missione compiuta. Ma la gestione nel finale dei bianconeri è da rivedere, perché stanchezza e deconcentrazione hanno permesso al Genoa di prendere coraggio, pur senza creare grosse occasioni da gol. La formazione di Ballardini, come detto, non crea reali pericoli ma smaschera qualche disattenzione di troppo da parte della Juventus, che almeno per un'ora di gioco era stata pressoché perfetta. Chiusa la premessa iniziale, ciò che resta del posticipo dell'Allianz Stadium è la quinta vittoria consecutiva in campionato per la Juventus, che continua a subire pochissimi gol (1 solo gol subito nelle ultime 12 partite tra tutte le competizioni) e a dare una sensazione di solidità e compattezza davvero importante. Nonostante le numerose assenze (Buffon, Cuadrado, Dybala, Howedes e Marchisio) sono arrivati tre punti contro un Genoa per larghi tratti davvero inoffensivo, salvo le folate di orgoglio più che di gioco nel finale. A partita in corso si sono aggiunte le noie fisiche a Khedira e Alex Sandro, che hanno lasciato anzitempo il campo. Da valutare quanto le condizioni dei due siano realmente preoccupanti. I bianconeri tengono così il passo del Napoli, mentre il Genoa subisce il primo gol in trasferta da quando Ballardini è tornato a sedersi in panchina.

GOAL.COM: Juventus-Genoa 1-0: Decide Douglas Costa, Madama non molla il Napoli Lazio e Sampdoria, evidentemente, hanno fatto scuola. Al rientro dalla sosta, questa volta, la Juventus non fallisce la doppia missione: tre punti in tasca e Napoli sempre ad una lunghezza di distanza. Insomma, i partenopei chiamano e la Signora risponde. Creando, così, l'ennesimo duello scudetto. La buona notizia, per il Genoa, è che in stagione non dovrà più affrontare i campioni d'Italia. Tre sconfitte tra campionato e Coppa Italia. Tutto apparentemente semplice per i bianconeri che, nonostante in settimana abbiano aumentato i carichi di lavoro, sono riusciti ad archiviare la pratica rossoblù.

CORRIERE.IT: Juventus-Genoa 1-0, i bianconeri rispondono al Napoli Il tocco magico di Max. Allegri preferisce Douglas Costa a Bernardeschi e appena scollinato il quarto d’ora del primo tempo il brasiliano lo ripaga con il gol che accende la Juventus e scaccia la paura. La quinta vittoria di fila riporta la vecchia regina a ridosso della nuova: Napoli 54, Juve 53. La Juve risponde al Napoli, allontanando al primo assalto i rischi di una falsa ripartenza, come era già successo in questa stagione prima con la Lazio e poi con la Sampdoria a Marassi. Lo fa penando un po’ nel finale e in un’atmosfera surreale, dentro uno Stadium silenzioso per l’assenza degli ultrà nella curva Scirea chiusa per la squalifica dopo il processo per lo scandalo dei biglietti. Nel primo tempo si sentono soprattutto i mille genoani, alla fine le grida di Allegri preoccupato per i patimenti bianconeri.

ILSECOLOXIX.IT: Peccato Grifone, la Juve vince. I rossoblù non riescono a essere pericolosi Complice una Juventus distratta e imprecisa, il Genoa sfiora l’impresa allo Stadium. Un gol di Douglas Costa basta ai bianconeri per l’intera posta (1-0) e non regala frutti una ripresa controllata dai rossoblù. Si vedono l’ardore e il coraggio, così come l’ordine dietro. Ma senza tiri in porta il risultato non può ovviamente cambiare. La Juve, salvo qualche sprazzo iniziale, ha bisogno di tempo per ingranare, così lascia che il Genoa si affacci sulla trequarti aspettando in buon ordine il puntuale errore in controllo o in passaggio. Si capisce che i problemi arrivano dalla destra, dove Lichtseiner si inserisce con facilità lasciando che Costa si allarghi dall’altra parte, facendo perno su un Higuain in abiti da centroboa tra veli e sponde. E infatti basta che Costa si faccia trovare tra Spolli e Perin e la partita si sblocca dopo un quarto d’ora di relativa calma. I ragazzi di Ballardini hanno il merito di provarci fino in fondo e senza concedere eccessivi spazi ai bianconeri. Ma la Signora è talmente forte che anche in una serata sgangherata come questa si prende tutti e tre i punti. Lasciando uno spruzzo amaro di delusione tra gli artigli del Grifone.
 
 
 



Questa news proviene da Juventus Club Melegnano
( http://jcmelegnano.net/news.php?extend.4915 )