Roma – Juventus vista dal web

Scritta da nuccia_13 il: mercoledì 16 maggio 2018 - 23:31 43 nella categoria: Commenti ai match

Ecco una selezione dei primi commenti a caldo, estratti al termine della partita da alcuni tra i principali siti web. Una panoramica che consentirà un rapido confronto tra le varie voci che si alzano dal “coro dei giornalisti” per giudicare la prestazione della nostra amata Juventus: più spettacolo a fine partita che durante, ma un punto serviva e un punto è stato conquistato!

TUTTOSPORT.COM: Roma-Juventus 0-0: la squadra di Allegri è Campione d'Italia Basta uno 0-0 con la Roma per dire sette. E' il punto che consente alla Juventus di mantenere il Napoli a una distanza incolmabile a 90' dalla fine e di festeggiare nuovamente all'Olimpico: mercoledì sera era stata la Coppa Italia vinta contro il Milan, stavolta è lo scudetto. Massimiliano Allegri centra la doppietta coppa-campionato per il quarto anno consecutivo mentre Buffon (seduto in panchina) si congeda dal calcio con il settimo titolo tricolore di seguito. Un'impresa che condivide con altri vecchi leoni come Chiellini, Barzagli, Lichtsteiner e Marchisio. La partita non regala emozioni particolari, con due squadre ormai a un passo dai rispettivi obiettivi: lo scudetto per i bianconeri, la qualificazione Champions per i giallorossi, già certificata – comunque – dalla sconfitta interna dell'Inter con il Sassuolo. Di Francesco non regala sorprese al fischio d'inizio, mentre Allegri rinuncia all'ultimo minuto a Khedira, che alza bandiera bianca nel riscaldamento: dentro Matuidi. Nel primo tempo la Roma cerca di sfruttare alcuni errori in alleggerimento dei bianconeri, ma difetta nella mira, con le conclusioni alte di Dzeko e Nainggolan, mentre Under è contrato da Rugani al tiro. Per la Juventus una sola opportunità con Dybala al 35', il suo diagonale si spegne sul fondo. Emozioni ancor più rarefatte nella ripresa, caratterizzata dall'espulsione di Nainggolan che, in 5', riceve due ammonizioni, la seconda al 23' per una dura entrata su Dybala, che si era visto annullare un gol al 3' per fuorigioco. Alisson e Szczesny rimangono inoperosi, nel finale Tagliavento lascia continuare dopo spinta di Juan Jesus a Dybala in area, adeguandosi al clima di non belligeranza in campo. E dopo 2' di recupero è festa per la Juventus, un'abitudine ormai.

CORRIEREDELLOSPORT.IT: Roma-Juventus 0-0, arriva il settimo scudetto di fila! La settima meraviglia juventina è realtà. Dopo una settimana trascorsa da Campioni d'Italia virtuali, adesso la festa può cominciare per davvero. I cannibali vincono ancora per il settimo anno di fila. Lo fanno grazie allo 0-0 contro la Roma che consegna Allegri e i suoi Invincibili alla storia del calcio italiano. Settimo scudetto di fila per la Juventus da festeggiare nello stesso stadio dove quattro giorni fa erano esplosi cordiandoli tricolore per la conquista della Coppa Italia. La settimana in più di vacanza promessa da Allegri alla squadra in caso di scudetto può dunque cominciare. Con merito assoluto. La partita dell'Olimpico è stata combattuta nel primo tempo, una sorta di passerella bianconera nella ripresa dopo il rosso a Nainggolan a venti minuti dal termine. I padroni di casa non avevano più nulla da dire se non un terzo posto quasi assicurato (manca ancora un punto per la certezza), i ragazzi di Allegri dovevano solo gestire per coronare l'ennesimo trionfo, l'ennesimo record, l'ennesimo successo per entrare ancora più saldamente nella storia del nostro calcio.

GAZZETTA.IT: Roma-Juventus 0-0: bianconeri nella leggenda, settimo scudetto consecutivo Adesso il 7 è numero buono anche per la Gazzetta ufficiale: la Juventus è ancora una volta - la settima consecutiva per l'appunto - campione d'Italia. Allegri festeggia con un turno d'anticipo grazie al pareggio senza gol dell'Olimpico, al termine di una partita il cui tabellino dice tutto: mezzo tiro in porta - un colpo di testa di Pellegrini al 20' del secondo tempo -, portieri in vacanza e alla fine tutti felici e contenti. La Juve di più, certo. Ma anche la Roma, già qualificata per la prossima Champions League, a cui basterà un punto domenica prossima a Reggio Emilia con il Sassuolo per il matematico terzo posto.

SPORTMEDIASET.IT: Roma-Juventus 0-0: bianconeri campioni d'Italia Una passerella per due. Anche se logicamente la copertina è tutta per lo scudetto bianconero, lo scudetto dei record, della storia. Il 34esimo messo nella prestigiosissima bacheca juventina. Una storia che difficilmente qualcuno potrà provare a emulare o che, più probabilmente, la Juve stessa cercherà di riscrivere ulteriormente, prolungare e rendere davvero infinita. Una storia che si è fatta realtà nella notte dell'Olimpico dove è bastato il pareggio contro una Roma già certa della qualificazione alla Champions mentre per il terzo posto Di Francesco dovrà aspettare l'ultima giornata. Un punto bastava e un punto è arrivato per respingere qualunque disperata e ormai inutile speranza del Napoli: il Tricolore era bianconero già dalla scorsa settimana ma ora arriva la matematica a certificare un dominio che nel nostro calcio non ha eguali, un dominio destinato a segnare un'epoca e a entrare nei libri di storia dello sport. Nessuno come la Juve. E nessuno riuscirà, per molto tempo, ad esserlo come la Signora, tenuta per mano da mister Allegri e dai suoi campioni fino al traguardo finale che ha il sapore del mito.

SPORT.SKY.IT: Roma Juve 0-0, bianconeri campioni d'Italia La Juventus è campione d'Italia. Ai bianconeri basta un pari in casa della Roma per festeggiare il 34^ scudetto della propria storia, il 7° consecutivo e il quarto con Max Allegri in panchina. Termina senza reti il big match dell'Olimpico, dove la Juve ha badato più a non prendere rete che a tentare di farla, consapevole che sarebbe bastato un punto per rendere aritmetico ciò che era ormai scontato una settimana fa, quando Dybala e compagni avevano allungato a +6 sul Napoli, fermato in casa dal Torino. I giallorossi invece, grazie al ko interno dell'Inter contro il Sassuolo, sono arrivati alla sfida già certi di partecipare anche l'anno prossimo in Champions, con l'unico obiettivo - ora rimandato all'ultima giornata dopo lo 0-0 di oggi - di finire in classifica al terzo posto davanti ai cugini della Lazio. La squadra di Di Francesco si è fatta preferire ai bianconeri, soprattutto nel primo tempo quando l'aggressività dei centrocampisti ha prodotto almeno tre buone occasioni da gol, tutte finite però fuori dallo specchio. I ritmi sono invece calati nei secondi 45 minuti, in particolare dopo il rosso ricevuto da Nainggolan. Alla fine nessuno dei due portieri, l'anno scorso compagni di squadra, ha dovuto fare grandi parate, chiudendo entrambi la sfida con un cleen sheet. Per i ragazzi di Allegri è il secondo titolo conquistato nella capitale in pochi giorni dopo il poker rifilato al Milan in Coppa Italia, mentre la Roma mantiene l'imbattibilità casalinga contro i bianconeri che dura dal 2015.

RAISPORT.IT: Juve, ecco il 34° scudetto! Juventus campione d'Italia per la 34ª volta, la settima di fila. I bianconeri all'Olimpico di Roma hanno pareggiato 0-0 ottenendo il punto che mancava per la certezza matematica. La Juve ha 4 punti di vantaggio sul Napoli, che ha battuto 2-0 la Sampdoria a Genova con reti di Milik e Albiol. "E' finita! siamo per la settima volta consecutiva campioni d'Italia! siamo entrati… nel mito!". Con questo tweet, pochi secondi dopo la fine della partita di Roma, il club bianconero celebra l'ennesimo titolo della sua storia. L'immagine è quella dell'intera squadra schierata con le coppe dei primi 6 scudetti del ciclo su altrettante colonne, il settimo che spunta dal basso su un'altra colonna.

EUROSPORT.IT: Alla Juventus basta lo 0-0 a Roma: il settimo Scudetto consecutivo è realtà Quattro giorni dopo la conquista della Coppa Italia, all'Olimpico è nuovamente festa bianconera: la Juventus è campione d'Italia per la settima volta consecutiva e per la trentaquattresima nella propria storia, non contando i due Scudetti revocati più di 10 anni fa. Contro una Roma già qualificata da 24 ore per la Champions League, alla banda Allegri basta e avanza uno 0-0 poco spettacolare, ma utile per chiudere anche matematicamente, e non solo virtualmente, ogni discorso. Il Napoli fa il suo e vince in casa della Sampdoria, ma a 90 minuti dal termine la capolista ha 4 punti di vantaggio sugli azzurri. In una parola: imprendibile. Poco da raccontare sul match, che complessivamente propone poco: qualche fiammata giallorossa nel primo tempo, un gran gol annullato a Dybala a inizio ripresa, quindi la sciocca espulsione con cui Nainggolan lascia in 10 i suoi a 20 minuti dal termine, scrivendo di fatto la parola “fine” alla contesa. Meglio dunque iniziare a soffermarsi sugli artefici del settimo sigillo, da Chiellini a Douglas Costa passando per Dybala, e sul proseguimento di un ciclo di successi apparentemente inarrestabile. Un ciclo iniziato nel 2012, quasi a sorpresa, proseguito di anno in anno e ancora apertissimo. I festeggiamenti, iniziati sul prato dell'Olimpico, proseguiranno fino a sabato, giorno dell'ultimo turno contro il già retrocesso Verona. L'occasione per omaggiare nel migliore dei modi i sette volte campioni d'Italia.

GOAL.COM: Roma-Juventus 0-0: Apoteosi bianconera, è Scudetto! Oltre la Storia. Oltre la Leggenda. Oltre il Mito. E, per non perdere le buone tradizioni, con l'Olimpico a fungere ancora da soffice melodia. Stadio, quello capitolino, che storicamente ha regalato grandi soddisfazioni alla Juventus. Dal trionfo in Champions League nel 1996, al ricordo decisamente più fresco targato Coppa Italia. La Vecchia Signora bissa, portando a casa un punto contro la Roma, il settimo scudetto di fila e, soprattutto, la consapevolezza di un'egemonia nostrana senza fine. I bianconeri  - nel Belpaese - non ammettono passi falsi. Festeggia Madama, esulta Massimiliano Allegri. L'allenatore livornese centra il quarto “doblete” consecutivo, portando a nove i successi personali alla guida della compagine torinese. Numeri impressionanti. Numeri da chi ha scritto, e sta ancora scrivendo, pagine memorabili del calcio italiano.

CORRIERE.IT: Roma-Juventus 0-0, bianconeri campioni d’Italia per la settima volta consecutiva giocatori della Juve possono andare in vacanza una settimana prima, come ha promesso Allegri. Premio meritato per lo scudetto numero 34, il settimo di fila. E il mister toscano ha garantito che da parte sua l’intenzione è di rimanere a Torino: « «Se non mi mandano via io penso di restare alla Juve anche il prossimo anno.» Mentre per i giocatori della Roma, applauditi dal loro pubblico a fine gara, soprattutto per l’eccellente percorso in Champions League, resta ancora un piccolo sforzo: domenica prossima, a Reggio Emilia contro il Sassuolo, serve un punto per chiudere al terzo posto e mettere in cassa altri 5 milioni di una stagione già ricca. Poteva essere una partita depotenziata dalla classifica, ma Roma-Juventus non sarà mai una partita come le altre. Così, nel primo tempo, i giallorossi sono partiti forte e hanno avuto due belle occasioni — sprecate da Dzeko e da Nainggolan — nei primi 10 minuti. A fare la differenza era la pressione su Pjanic, messo in difficoltà dall’aggressività degli ex compagni. La gara si è fatta poi più equilibrata, anche se la Roma aveva qualcosa in più da chiedere. Di Francesco, alla vigilia, aveva trovato una buona chiave per tenere alta la concentrazione dei suoi: la mentalità vincente si costruisce anche in partite come questa.

ILMESSAGGERO.IT: Roma-Juve 0-0 Bianconeri campioni d’Italia per la settima volta consecutiva Di Francesco saluta il pubblico dell'Olimpico. Appuntamento alla prossima stagione e alla nuova Champions. La qualificazione è arrivata, prima ancora di scendere in campo, con il successo del Sassuolo, sabato sera a San Siro, contro l'Inter. Manca ancora la certezza di chiudere al 3° posto, che non è ancora al sicuro. Perché la Roma, in inferiorità numerica per l'espulsione di Nainggolan a metà ripresa (doppia ammonizione), pareggia (0-0) contro la Juve che, con un turno d'anticipo, festeggia il 7° scudetto di fila. Allegri, sotto lo sguardo del suo maestro Galeone, si prende il punto che gli serve per certificare il nuovo titolo e il suo record: 4° double consecutivo (campionato e Coppa Italia). La Capitale, a quanto pare, lo esalta: è qui che il 7 maggio del 2011, sempre contro i giallorossi e con lo stesso risultato, conquistò con il Milan il 1° dei 5 scudetti della sua carriera, da allenatore.
 
 



Commenti:  0 | Stampa: Stampa veloce



facebook
http://jcmelegnano.net/e107_plugins/autogallery/autogallery.php?show=CENE%20SOCIALI



 trofei.jpg
 
numero_soci_2017.png
 
 Buono partita.png
 
app_android.jpg
 
contattaci_nero_e_giallo.jpg
scrivi_un_articolo.jpg
 
bandiera_juve.gif
 
meteo_it_2.jpg
meteo_melegnano_2.jpg
meteo_Calcio_2.jpg
 
Uniti per un solo amore.jpg
tessera del tifoso.jpg
servizio_pullman.jpg
trasferte.jpg
 guarda_video_juve_stadio_.jpg
 Emozione.jpg




Tennis.png
 
amici.jpg
 
TB_icona_250.jpg
 
blog_luca_marotta.jpg
 
logo_orange_stings.jpg

foto_divisorio_sondaggio.jpg



 
 

 

Chatbox


Devi essere registrato per inviare commenti - effettua il Login oppure se non sei registrato clicca qui per iscriverti


rozzieugenio
Ciao a tutti!! Come và?

Prof72
Ora mi sento parte integrante del club.finalmente mi sono iscritto per tifare con tutti voi.

sef1897
Saluti ...

Prof72
Ciao a tutti sono stato assente per un bel Po ma torno con piacere tra gli amici bianconeri.

rozzieugenio
Ciao a tutti!!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web Elettrik79.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web oskarre64.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web acquaviva7.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web antofore.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web Paoletta.
Ora puoi tifare con noi!