Real Madrid – Juventus vista dal web

Scritta da nuccia_13 il: giovedì 26 aprile 2018 - 23:26 56 nella categoria: Commenti ai match

Ecco una selezione dei primi commenti a caldo, estratti al termine della partita da alcuni tra i principali siti web. Una panoramica che consentirà un rapido confronto tra le varie voci che si alzano dal “coro dei giornalisti” per giudicare la prestazione della nostra amata Juventus: prova leggendaria fino alla fine del sogno!

TUTTOSPORT.COM: Beffa atroce: Juventus fuori al 97'. Il rigore di Ronaldo la condanna: 1-3. Buffon espulso Nessuna rimonta completa, nessuna impresa stile Roma. Ma a Madrid la Juve la sfiora e cade solo al 97' su rigore, con il suo capitano espulso. La squadra di Allegri merita un "grazie lo stesso" enorme perché ha giocato una partita enorme nel ritorno dei quarti di Champions: 3-0 con Mandzukic, Mandzukic e Matuidi. Fino allo scadere, un dominio con resistenza eroica e con Buffon superlativo. Fino al 93', appunto. Quando si aspettano i supplementari perché è ribaltato lo 0-3 dello Stadium. Ma una palla in area cambia tutto quando mancano trenta secondi alla fine: Benatia entra un po' irruento con la gamba alta su Vazquez, l'arbitro Oliver fischia il rigore dubbio. Buffon perde la testa, non ci sta e viene espulso. In porta tocca quindi a Szczesny che però è trafitto da Cristiano Ronaldo dopo minuti di attesa: 1-3 e per il Real è il gol qualificazione dopo una gara da incubo. Zidane quasi non esulta, il vertice Juve è a bordo campo: Nedved torna Furia Ceca, Agnelli è scuro in volto e se la prende con il designatore Collina. Esulta il Bernabeu, svegliato da un incubo: il Real poteva fare la fine del Barcellona, si è salvato con Cr7 e grazie a un'ingenuità di uno juventino, dopo una gara perfetta (in realtà è tutta la difesa che gestisce male l'azione). Il calcio è anche questo. Ma per la Juventus è una beffa incredibile. Un finale immeritato. Così come Buffon non merita di chiudere la carriera in Europa marchiato col cartellino rosso.

CORRIEREDELLOSPORT.IT: Champions League, Real Madrid-Juventus 1-3: Ronaldo ferma la storia Un finale incredibile, il più amaro possibile per la Juventus che sfiora l'impresa mai ottenuta da nessuna squadra in Europa nel tempio del Real, uno stadio che ha visto spesso la storia del calcio. Avanti 3-0 fino al 93' al Bernabeu, i bianconeri cadono solo sul rigore concesso ai campioni in carica nel recupero, con Buffon che perde le staffe e si fa espellere in quella che è la sua ultima uscita in Champions della carriera. Matador della Juve, neanche a dirlo, Cristiano Ronaldo.

GAZZETTA.IT: Real Madrid-Juventus 1-3: Ronaldo su rigore al 97' elimina i bianconeri Drammatica eliminazione per la Juve al Santiago Bernabeu. Dopo una rimonta straordinaria che aveva portato la Juve a recuperare lo 0-3 dell'andata, al 92"30, quando mancavano 30" ai supplementari, Benatia impatta Vazquez, liberato in area dall'assist di Ronaldo. Seguono l'assegnazione del calcio di rigore, le furiose proteste dei giocatori bianconeri, con Buffon espulso. Passano più di 4' prima che Szczesny entri in campo al posto di Higuain per cercare il miracolo su Ronaldo. Che invece calcia il rigore perfetto e consegna al Real Madrid l'ennesima semifinale. Il Bernabeu esulta liberato dall'incubo, sui volti dei tifosi juventini scende invece la disperazione nonostante una gara epica della squadra bianconera, nobilitata dalla doppietta di Mandzukic e dalla rete di Matuidi, che purtroppo non sono bastate.

SPORTMEDIASET.IT: Champions, Real Madrid-Juventus 1-3: Ronaldo su rigore al 97' beffa i bianconeri I sogni muoiono all'alba, quelli della Juve muoiono in pieno recupero quando il contatto in area tra Benatia e Vazquez viene giudicato falloso: si decide tutto qui. E va in frantumi il miracolo che i bianconeri erano riusciti a costruire al Bernabeu mettendo sotto il Real e cancellando la gara d'andata. Lo 0-3 subito allo Stadium era stato riproposto a Madrid. Ma il rigore per i campioni d'Europa in carica ha cambiato la storia, il destino. Buffon espulso per proteste, CR7, fino a quel momento molto deludente, che deve attendere il 97' dopo un'infinità di polemiche per battere quel penalty che manda i suoi in semifinale. E lascia la Juve colma di rabbia e frustrazione. Una Juve che fin lì aveva costruito, con quella lucida follia di cui aveva parlato Chiellini alla vigilia, la madre di tutte le imprese sportive. Tutto svanito in quell'ultima azione. Tutto reso vano. E resteranno le polemiche, ma deve restare anche l'orgoglio per quanto fatto.

SPORT.SKY.IT: Real Madrid Juventus 1-3: rimonta e proteste. Un rigore di Ronaldo al 97' qualifica i Blancos, espulso Buffon Quando tutto sembra esserti contro, nascono le grandi imprese. Ne sa qualcosa la Roma, protagonista di una rimonta storica contro il Barcellona nella grande notte dell’Olimpico e di una semifinale di Champions League agguantata contro ogni pronostico. E nessuno ci credeva neanche per la Juventus, impegnata al Santiago Bernabeu dopo un’andata storta all’Allianz Stadium in cui ha subito tre gol senza farne neanche uno. Alla squadra di Massimiliano Allegri era bastata poco più di un’ora per raggiungerlo il Real. Una cosa di per sé impensabile. Due gol di Mandzukic nel primo tempo, uno di Matuidi nella ripresa e poi, a gara ormai in pieno recupero, il fallo di Benatia su Lucas Vazquez che ha cambiato le sorti di quella che sembrava poter essere un’altra impresa del calcio italiano. La seconda in due giorni. L’arbitro inglese Oliver non ha voluto sentir ragioni e ha assegnato un calcio di rigore. E’ il momento in cui Gigi Buffon ha protestato davvero con forza, prima di essere espulso. Cristiano Ronaldo dal dischetto, ha battuto Szcezsny appena entrato al posto di Higuain. E quel sogno è sfumato a 30 secondi dalla fine di una partita epica. Incredibile. Nella serata del Bernabeu, la Juventus aveva costruito la partita perfetta. Dopo soli 76 secondi, un gol di testa di Mario Mandzukic aveva subito fatto capire come si sarebbe messa la serata: una Juve forte mentalmente, pronta a strappare la rimonta a morsi. Poi il finale, che non ti aspetti. Il fallo di Benatia, a 30’’ dalla fine. Le proteste del capitano Buffon, giunto probabilmente all’ultima partita della sua carriera in Champions League. L’entrata in campo di Szczesny, Cristiano Ronaldo che dal dischetto è implacabile. L’1-3 condanna la Juventus. In semifinale va il Real Madrid. Ma la Juventus ci ha creduto davvero fino alla fine.

RAISPORT.IT: Juve beffata al 97', Real in semifinale Non riesce il miracolo alla Juventus che viene eliminata ai quarti di finale di Champions League dal Real Madrid, malgrado la vittoria dei bianconeri per 3-1 che qualifica però gli spagnoli in semifinale. Decisivo il rigore di Cristiano Ronaldo, al 96'. All'andata, a Torino, il Real Madrid aveva vinto 3-0. La Juventus sfiora l'impresa al Bernabeu, ma all’ultimo minuto trova la beffa del rigore di Ronaldo in pieno recupero che rende vana una rimonta storica. Il fallo di Benatia su Lucas Vazquez e la successiva concessione del calcio di rigore scatenano la rabbia dei giocatori bianconeri, su tutti Buffon che viene espulso, concludendo nel peggiore dei modi la sua carriera in Champions League. Resta il grande orgoglio per la squadra di Allegri che ha sviluppato la partita praticamente perfetta, stava replicando l'impresa di ieri della Roma ma, come a Monaco due anni fa contro il Bayern, paga una disattenzione in pieno recupero regalando la qualificazione al Real Madrid.

EUROSPORT.IT: Juventus, dopo la rimonta arriva la beffa: Ronaldo al 98' e Buffon espulso, passa il Real Madrid Una partita che resterá nella storia. Una beffa clamorosa, atroce, inimmaginabile. Inimmaginabile alla vigilia, soprattutto, visto che la Juventus doveva rimontare tre gol al Bernabeu contro i campioni di tutto e a conti fatti ce l'aveva praticamente fatta. Bastava un minuto in piú. E invece Oliver ha sanzionato il fallo di Benatia su Vazquez (decisione dubbia, che poteva anche starci, ma magari non al minuto 94 di un quarto di finale) e Ronaldo, con la solita freddezza, ha trasformato il penalty che ha mandato il Real in semifinale e la Juventus, ancora una volta, a casa in modo assurdo. Grande prova e grande orgoglio della squadra di Allegri, che se l'é giocata ad armi pari contro un Real fortissimo. Vincere qui con due gol di scarto é impresa epica. Che va ricordata a prescindere dall'incredbile finale.

GOAL.COM: Real Madrid-Juventus 1-3: Signora beffata in pieno recupero A un passo dalla possibile storia. Così si può riassumere quanto offerto dalla Juventus al Bernabéu, fermata nel finale da un rigore realizzato dal solito Cristiano Ronaldo. Una Vecchia Signora in formato grande serata, più di cuore anziché di geometrie, ma ugualmente efficace. Per Buffon si conclude così il suo maestoso percorso europeo: cocente sconfitta caratterizzata da un rosso (l'unico per lui in Champons) che sa tanto di rabbia per non essere riuscito a mettere la mani su un trofeo che avrebbe ulteriormente impreziosito una carriera leggendaria. Ai torinesi i rimpianti sono unicamente legati al match dell'Allianz Stadium, dove – per usare il linguaggio del portiere carrarino – è girato davvero tutto storto.

CORRIERE.IT: Real Madrid-Juventus 1-3: bianconeri vittoriosi, ma non passano Così fa male, tanto male. Così è anche ingiusto. Il Real Madrid sbarca nelle semifinali e andrà a caccia della terza Champions consecutiva, ma la Juventus meriterebbe di più, molto di più, almeno i supplementari. Invece torna a casa sconfitta, dopo aver accarezzato e sfiorato l’impresa. 3-0 al Bernabeu, grazie alla doppietta di Mandzukic, che non segnava da cento giorni e al gol sottomisura di Matuidi dopo una papera colossale di Keylor Navas. 3-0 a zero sino al novantesimo, a meno di 180 secondi da un’altra mezz’ora vibrante di pallone dopo 90’ giocati con forza, astuzia, personalità, coraggio. Ammutolendo il Bernabeu, rincuorando il calcio italiano, che qui con la Nazionale di Ventura aveva subito una dura lezione. Tutto perfetto: Buffon un gigante, la difesa insuperabile, Pjanic regista impareggiabile. L’ultima azione è letale, la beffa dietro l’angolo: Benatia si appoggia a Lucas Vazquez sull’assist di Cristiano Ronaldo. Il contatto, leggero, per l’arbitro Oliver è rigore. I minuti successivi sono indescrivibili: Buffon chiude la sua avventura in Europa con un cartellino rosso per proteste. La Juve non ci sta. L’arbitro è irremovibile. E Ronaldo, sempre lui, dal dischetto non trema. Così lo stadio, dopo la grande paura, impazzisce, mentre gli juventini circondano il fischietto inglese e nasce un parapiglia. Finisce male.

CALCIONEWS24.COM: Real Madrid-Juventus: i commenti della stampa spagnola Cosa resterà di questo Real Madrid-Juventus di Champions League? Amarezza, molta amarezza. E poi le polemiche, immancabili. L’arbitro Michael Oliver ha dato un rigore discusso al Real all’ultimo secondo di gioco e ha espulso Gigi Buffon, scatenando il putiferio. La stampa spagnola si è divisa in parti uguali e, facendo una distinzione banale, si può dire che i quotidiani madridisti non trovano nulla di strano nell’arbitraggio, mentre quelli tradizionalmente non filo-Real parlano addirittura di furto. Sport, legato al Barcellona e a Barcellona, titola “Il furto del secolo“, lasciando davvero poco spazio all’immaginazione. Lo stesso Sport era quello che aveva parlato di “cioccolatino” per il Barca al momento del sorteggio con la Roma. Mundo Deportivo è anch’esso catalano, oltre a essere uno dei quotidiani sportivi più antichi di tutta la Spagna, ma è meno esplicito rispetto a Sport. “Master in arbitraggio” è il titolo di oggi, con tanto di foto di Benatia e Vazquez. As e Marca invece sono i giornali di Madrid e sono più vicini ai blancos, lo si nota anche dai titoli. As sceglie “Dal panico alla semifinale“, puntando soprattutto sulla sobrietà, anche se la foto in prima pagina è quella che sembra certificare lo scontro tra difensore e attaccante sul rigore. Marca, infine, si schiera palesemente: “Era rigore” è il titolo che campeggia al centro della prima pagina. Si va da un estremo all’altro.
 
 
 



Commenti:  0 | Stampa: Stampa veloce



facebook




 trofei.jpg
 
numero_soci_2017.png
 
 Buono partita.png
 
app_android.jpg
 
contattaci_nero_e_giallo.jpg
scrivi_un_articolo.jpg
 
bandiera_juve.gif
 
meteo_it_2.jpg
meteo_melegnano_2.jpg
meteo_Calcio_2.jpg
 
Uniti per un solo amore.jpg
tessera del tifoso.jpg
servizio_pullman.jpg
trasferte.jpg
 guarda_video_juve_stadio_.jpg
 Emozione.jpg




Tennis.png
 
amici.jpg
 
TB_icona_250.jpg
 
blog_luca_marotta.jpg
 
logo_orange_stings.jpg

foto_divisorio_sondaggio.jpg



 
 

 

Chatbox


Devi essere registrato per inviare commenti - effettua il Login oppure se non sei registrato clicca qui per iscriverti


rozzieugenio
Ciao a tutti!! Come và?

Prof72
Ora mi sento parte integrante del club.finalmente mi sono iscritto per tifare con tutti voi.

sef1897
Saluti ...

Prof72
Ciao a tutti sono stato assente per un bel Po ma torno con piacere tra gli amici bianconeri.

rozzieugenio
Ciao a tutti!!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web Elettrik79.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web oskarre64.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web acquaviva7.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web antofore.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web Paoletta.
Ora puoi tifare con noi!