Juventus – Real Madrid vista dal web

Scritta da nuccia_13 il: giovedì 26 aprile 2018 - 23:18 54 nella categoria: Commenti ai match

Ecco una selezione dei primi commenti a caldo, estratti al termine della partita da alcuni tra i principali siti web. Una panoramica che consentirà un rapido confronto tra le varie voci che si alzano dal “coro dei giornalisti” per giudicare la prestazione della nostra amata Juventus: si era detto alla vigilia “per fare l’impresa contro i più forti serve solidità difensiva,

concretezza sotto porta e un po’ di buona sorte”. La Juve non ha avuto nulla di tutto ciò!


TUTTOSPORT.COM: Ronaldo REALmente fenomeno: lo Stadium lo applaude, Juventus (0-3) umiliata Cristiano Ronaldo passeggia sui resti della Juventus: 3-0 del Real allo Stadium e semifinale di Champions prenotata dai campioni d'Europa. Due volte il Pallone d'oro, tris di Marcelo sui bianconeri rimasti in dieci per l'espulsione di Dybala. Ecco la sintesi di una gara a senso unico, decisa da subito, dal fuoriclasse dei fuoriclasse. Non sono passati neanche tre minuti e subito va a segno: per la squadra di Allegri si fa durissima. Nella ripresa, il bis del portoghese e poi la punizione del tris con il terzino brasiliano. La differenza la fa chi ha in campo CR7, ovvio. Ma anche gli altri non sono male, a partire da Kroos, che si stampa sulla traversa, per finire a Isco, mister fantasia. Questa volta, al tecnico dei campioni d'Italia non riescono le "allegrate": fuori Matuidi, Bentancur affoga nell'inesperienza. E affoga anche Chiellini, accerchiato dai fenomeni. In realtà, affoga tutta la Juve, con gli argentini che steccano: Higuain è nervoso più che preciso, la Joya non ha il guizzo e finisce anzitempo negli spogliatoi. Ma alla fine, tutto torna al principio, a Cristiano Ronaldo, il numero uno applaudito anche dai tifosi avversari, l'extraterrestre che ricambia con un cenno di assenso. Il più bravo è lui, vederlo vale il prezzo del biglietto. La Juve non ha un giocatore simile, che sposti gli equilibri, e paga dazio, anche più del dovuto. Il ritorno, così, pare segnato, ma al Bernabeu bisognerà giocare quantomeno con orgoglio. E ora sotto di nuovo con le sfide scudetto, obiettivo numero uno, a questo punto della stagione, per il club di Andrea Agnelli.

CORRIEREDELLOSPORT.IT: Juventus-Real Madrid 0-3: marziano Ronaldo, Zidane con un piede in semifinale Ci sono notti in cui ti devi arrendere all'evidenza. Avversari contro i quali - per tradizione e valori in campo - alzi le mani e dici "ok, di più non si può fare". Qualche piccolo rimpianto, per carità, la Juve lo avrà senz'altro, ma di fronte a un Cristiano Ronaldo in serata di grazia c'è poco o nulla su cui rimurginare. Nell'andata dei quarti di finale allo Stadium il Real Madrid batte i bianconeri 3-0 e ipoteca il passaggio in semifinale. CR7 ne fa 2, di cui uno in rovesciata, poi serve l'assist per il gol di Marcelo, che chiude i conti. Dybala, dal canto suo, si fa espellere al 66' per doppio giallo, due minuti dopo la prodezza del portoghese, applaudita anche dallo Stadium al quale il cinque volte Pallone d'Oro ha strizzato l'occhio in segno di ringraziamento. Al Bernabeu, l'11 aprile, sarà quasi una formalità per la squadra di Zidane, sempre più a caccia della "decimotercera".

GAZZETTA.IT: Juventus-Real Madrid 0-3: meraviglia Ronaldo, che rovesciata! Chiudete tutto, dopo un gol così. È questa la prima reazione al capolavoro con cui Cristiano Ronaldo firma il 2-0 all’Allianz Stadium, col 90% degli sportivissimi tifosi della Juve ad applaudirlo. Difficile aggiungere qualcosa a una carriera come quella di CR7, ma è molto probabile che Cristiano trovi un posto speciale tra le sue perle a questa rovesciata sganciata da quote siderali. Ma il chiudete tutto vale soprattutto per la Juve, che subito dopo perde anche Dybala per doppia ammonizione e incassa un severissimo 3-0 che di fatto chiude qui la sua Champions. Bizzarri gli dei del calcio. Un anno fa una grande del calcio spagnolo, il Barcellona, proiettava la Juve e Paulino al top del calcio europeo. 12 mesi dopo, sempre quarti di Champions, l’altra corazzata di Spagna, il Real, rifila tre cazzotti di quelli che la Juve non aveva mai preso allo Stadium. E fa rientrare il 10 bianconero, che non aveva affatto giocato a male, a testa bassa negli spogliatoi.

SPORTMEDIASET.IT: Juve-Real Madrid 0-3, bianconeri quasi fuori Sono passati 10 mesi dalla finale di Cardiff e il tempo per Juve e Real Madrid sembra essersi fermato là. Se la notte gallese aveva evidenziato lo strapotere degli spagnoli, quella torinese lo conferma e lancia Cristiano Ronaldo sempre di più nella leggenda. Il portoghese continua a frantumare record su record e quando vede Buffon si conferma implacabile: nono centro in sei gare contro la Juve, primo calciatore a segnare in 10 gare di fila e ora sono 119 in Champions. La rovesciata che ha chiuso il match dopo 64' entra di diritto come uno dei gol più belli della storia della manifestazione e la standing ovation dell'Allianz Stadium è il giusto tributo per un campione che non smette mai di stupire. Decisivo a Cardiff, decisivo stasera, ma soprattutto decisivo sempre. Da questa sfida la Juve esce con le ossa rotte e con lei tutto il calcio italiano, perché il divario tra le due squadre è stato fedele specchio della differenza tra il nostro movimento e quello spagnolo. Esce ridimensionato anche Paulo Dybala, l'uomo più atteso, colui che sul campo doveva rispondere per le rime a CR7. La Joya ha perso il confronto senza attenuanti e ha fallito miseramente la prova, facendosi addirittura cacciare per doppia ammonizione: simulazione e intervento scomposto. Allegri, che gli aveva predetto una grande serata, rimane decisamente migliore come allenatore che come indovino. Ora al Bernabeu serve più di un miracolo per rimediare alla sconfitta più sonora mai subita allo Stadium: un'impresa a cui nessuno crede. Perché con un Ronaldo così per le rivali ci sono solo delusioni.

SPORT.SKY.IT: Juventus-Real Madrid 0-3: Ronaldo show, doppietta con gol in rovesciata Come puoi fermare un giocatore del genere? Uno che sale in cielo e in rovesciata segna uno dei gol più belli della propria carriera. Il numero 39 in stagione. Nella sua stagione “storta”, quella iniziata male e che sta proseguendo come una favola. La Juve esce dallo Stadium con le ossa rotte, in dieci uomini e con Marcelo che entra letteralmente in porta col pallone per il gol del 3-0. Una vittoria netta, nettissima, che mette in mostra il beffardo parallelismo che c’è tra campionato italiano e competizione europea: perché come tutte le rivali in Italia vengono battute dalla Juve - con cinismo, cattiveria e abitudine a vincere - allo stesso modo il Real lo fa in Champions. Perché la Juve non gioca affatto male fino al bivio che deciderà (molto probabilmente) l’intera qualificazione: quello tra 64° e 66° minuto: gol di Ronaldo in rovesciata, rosso per Dybala. E anche perché nel primo tempo le occasioni per i bianconeri arrivano davvero, a dispetto del vantaggio di CR7 che segna dopo 180 secondi al primo pallone toccato. Perché prima Dybala (murato da Ramos), dunque Higuain (miracolo Navas) e Chiellini (errore clamoroso di testa tutto solo in area) al gol ci si avvicinano davvero. Ma è tutto vano, anche quando la punizione (nella ripresa) di Dybala viene deviata e sfiora, ancora una volta, il palo. Al Real alla fine sembra tutto facile, anche quando - in realtà - non lo è stato. Decidono gli episodi e decidono i campioni, che alla fine si portano a casa una vittoria larghissima a cui ne sono ormai tremendamente abituati. A vincere, sempre e comunque. Chi può fermarli?

RAINEWS.IT: Ronaldo stende la Juventus. Allo 'Stadium' il Real passa 3-0 Quando il pubblico avversario si alza in piedi per applaudirti, significa che sei molto più di un campione. Al 2-0 in acrobazia, lo ‘Stadium’ della Juventus tributa il trionfo a Cristiano Ronaldo, che ringrazia con la mano sul cuore. L’andata dei quarti di finale di Champions League tra i bianconeri e il Real Madrid è tutta qui. Finisce 3-0 per i detentori della coppa dalle grandi orecchie. Il ritorno mercoledì 11 al ‘Bernabeu’ diventa una mera formalità. Chi in casa bianconera sognava rivincite della finale di Cardiff (4-1 per i blancos l’anno scorso) deve meditare sul divario tra la prima della classe del campionato italiano e la terza della Liga spagnola.

EUROSPORT.IT: Juventus, è praticamente finita: Cristiano Ronaldo fenomeno, 3-0 Real Madrid Per l'ennesima stagione, addio alla Champions League. Non ufficiale, ma quasi. È praticamente finita l'avventura europea della Juventus, che allo Stadium si fa ancora una volta sopraffare dal Real Madrid a 10 mesi esatti da Cardiff. È uno 0-3 che fa male, malissimo, perché determinato, più che dalla serata storta dei bianconeri o da quella perfetta degli spagnoli, da una serie di fattori e di episodi: la presenza di un Cristiano Ronaldo in versione Superman, autore di un gol immediato, di un fantascientifico raddoppio in rovesciata e di un assist; il clamoroso errore di comunicazione tra Chiellini e Buffon, che di fatto apre la strada al raddoppio del Real; e infine l'espulsione con cui Dybala lascia la Juve in 10 sul punteggio di 0-2, quando la montagna è alta, sì, ma – ricordate il Bayern due anni fa? - non impossibile da scalare. Anche perché la squadra di Allegri, pur colpita a freddo da Ronaldo, fin quando il punteggio rimane in bilico se la gioca ad armi pari, creando le occasioni per l'1-1 e avendo il torto di mancare sempre nell'ultimo passaggio o nella conclusione. Gli episodi di cui sopra la condannano a un ko molto meno netto di quanto dica il risultato. Ma la realtà, da affrontare senza alibi, è spietata: il Real ha entrambi i piedi in semifinale, la Juventus si prepara ad abbandonare tra i rimpianti il sogno di alzare una coppa maledetta.

GOAL.COM: Juventus-Real Madrid 0-3: Ronaldo non perdona, festa Blancos Nell'applauso casalingo tributato a Cristiano Ronaldo c'è la fotografia dell'incontro. Da una parte, con i suoi limiti, una squadra forte ma non ancora abbastanza per potersi affermare fuori dai confini nostrani: la Juventus. Dall'altra, invece, una compagine che definirla perfetta sarebbe persino riduttivo: il Real Madrid. Due mondi differenti. Come emerso dall'impietoso verdetto dell'Allianz Stadium. Gli spagnoli, trascinati da un fenomeno incredibile con la casacca numero 7, mettono le mani sull'ennesima semifinale. Rafforzando, autorevolmente, la candidatura per l'ultimo atto targato Kiev.

CORRIERE.IT: Juventus-Real Madrid 0-3, tutti in piedi per Cristiano Ronaldo Il primo gol cancella l’illusione, il secondo toglie il fiato e passerà alla storia della Champions. Cristiano Ronaldo, sempre lui, ancora lui, annacqua i sogni di rivincita della Juventus e trascina il Real Madrid verso la tredicesima semifinale consecutiva. Non c’è partita, non c’è storia, non c’è confronto. Gli spagnoli dalla cintola in su sono una squadra pazzesca, quasi praticasse un altro sport. L’intelligenza di Modric, la forza di Kroos, i movimenti leggeri di Isco. E i gol di Ronaldo. Uno per tempo, 39 in stagione, il nono alla Juventus (la sua vittima preferita), 24 nelle ultime dodici partite. Per fortuna, proprio alla fine, ne sbaglia uno. Giusto per far sapere a tutti che è umano pure lui. Il primo acuto, dopo appena 166 secondi, è il più veloce nella storia della Champions dentro lo Stadium. Il secondo, una rovesciata nel cuore dell’area a metà ripresa, è così bello che strappa l’applauso convinto persino degli juventini che si alzano in piedi. Il 3-0 di Marcelo serve solo a rendere insopportabile la notte dei quarti e a chiudere ogni speranza per la gara di ritorno.

TUTTOJUVE.COM: QUI REAL MADRID - Navas: "Piedi per terra e umiltà: solo così possiamo andare avanti" Dal sito ufficiale del Real Madrid, sono arrivate le dichiarazioni di Keylor Navas che dopo la vittoria contro la Juventus ha detto: "Siamo felici, abbiamo affrontato un grande rivale, vincere 0-3 non è facile e ci lascia con una sensazione molto positiva. Devi avere i piedi per terra ed essere umile perché questo è ciò che ci ha portato dove siamo. I nostri rivali sono complicati, hanno le loro armi e non ci sentiamo più forti di nessuno. Confidiamo nelle nostre armi e questo è ciò che ci dà i buoni risultati. La rovesciata di Ronaldo? E 'stato un grande gol, ha fatto un incredibile salto e lo ha messo dove il portiere non poteva arrivare, un gol degno di applausi come ha fatto l'intero stadio".

QUI REAL MADRID - Carvajal: "La Juve verrà al Bernabeu senza nulla da perdere. Sul gol di CR7..." Dopo la vittoria conquistata in casa della Juventus, il difensore del Real Madrid Dani Carvajal al sito ufficiale del club spagnolo ha detto: "I giochi non sono chiusi. Abbiamo fatto un bel passo avanti, ma molto c'è ancora da gicoare. La Juventus giocherà al Bernabeu senza nulla da perdere, trasformata in attacco, e dobbiamo essere preparati e uscire per vincere come abbiamo fatto qui. Siamo venuti per vincere, per premere, per avere la palla e fare una buona partita. Con l'espulsione di Dybala abbiamo avuto più occasioni negli ultimi minuti, ma anche la Juventus ha avuto le sue occasioni e siamo contenti di questo risultato. Ora dobbiamo lavorare e vincere la prossima settimana come abbiamo fatto in questa gara. Il gol di CR7? Resta per la storia. Gli applausi dei tifosi avversari dicono tutto".

QUI REAL MADRID - Ramos: "Passo importante verso la qualificazione. CR7 in una forma incredibile" Dopo la vittoria conquistata in casa della Juventus, il capitano del Real Madrid Sergio Ramos al sito ufficiale del club ha detto: "La verità è che è stato un match molto completo in termini generali ed è un passo importante verso la qualificazione. E' andato tutto come avevamo programmato questa settimana, siamo stati impeccabili. È un ottimo risultato in vista del ritorno e con un clean sheet, che è anche importante. Tutto è andato per il meglio e ora dobbiamo finire il lavoro in casa. CR7? Cristiano è in uno stato di forma incredibile e questo ci avvantaggia molto, e spero che possa continuare con questo livello per il resto della stagione. Oggi ha fatto una grande gara a prescindere dai gol, e dobbiamo vedere e valutare il lavoro di gruppo che fa anche lui. Spero che continui così. La qualificazione non è ancora chiusa, dobbiamo finire il lavoro".
 
 
 



Commenti:  0 | Stampa: Stampa veloce



facebook
http://jcmelegnano.net/e107_plugins/autogallery/autogallery.php?show=LO%20JUVE%20CLUB%20IN...PIAZZA



 trofei.jpg
 
numero_soci_2017.png
 
 Buono partita.png
 
app_android.jpg
 
contattaci_nero_e_giallo.jpg
scrivi_un_articolo.jpg
 
bandiera_juve.gif
 
meteo_it_2.jpg
meteo_melegnano_2.jpg
meteo_Calcio_2.jpg
 
Uniti per un solo amore.jpg
tessera del tifoso.jpg
servizio_pullman.jpg
trasferte.jpg
 guarda_video_juve_stadio_.jpg
 Emozione.jpg




Tennis.png
 
amici.jpg
 
TB_icona_250.jpg
 
blog_luca_marotta.jpg
 
logo_orange_stings.jpg

foto_divisorio_sondaggio.jpg



 
 

 

Chatbox


Devi essere registrato per inviare commenti - effettua il Login oppure se non sei registrato clicca qui per iscriverti


rozzieugenio
Ciao a tutti!! Come và?

Prof72
Ora mi sento parte integrante del club.finalmente mi sono iscritto per tifare con tutti voi.

sef1897
Saluti ...

Prof72
Ciao a tutti sono stato assente per un bel Po ma torno con piacere tra gli amici bianconeri.

rozzieugenio
Ciao a tutti!!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web Elettrik79.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web oskarre64.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web acquaviva7.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web antofore.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web Paoletta.
Ora puoi tifare con noi!