Il ritorno dell’Arrigo

Scritta da Domenico il: mercoledì 22 luglio 2015 - 16:05 34 nella categoria: L'opinione degli "altri"

E` di questi giorni l’esternazione di Arrigo Sacchi riguardo alla vittoria dell’Inter in Champions League nel 2010, ottenuta a dir suo in modo alquanto discutibile, schierando una formazione di tutti stranieri. Si esprime in tal senso a margine dell’ingresso in finale dei gobbi, portati

invece come esempio di virtu` (e su quest’ultimo aspetto transeat, cit.). Ultimamente, se possibile, in Gazzetta (dello sport) ha “impapocchiato” ancora  qualcosa sulla vergogna per il movimento (calcistico Italiano), sul fatto che quella vittoria non abbia dato nulla al suddetto movimento… senza cambiare il senso del concetto precedentemente espresso.
 
Intanto direi che il “movimento” in questione in certe competizioni e` rappresentato eventualmente dai club e che l’Inter ha portato punti UEFA alla causa, non dai tesserati, ammesso che se ne possa parlare ancora in questi termini, vista persino la proprieta` ormai straniera di alcune societa`. La nazionale e` forse (e dico forse) un’altra storia e ci ritorno tra un momento, velocemente perche` e` un argomento noioso, almeno per me.
 
Ad ogni modo, non stupisce piu` di tanto il pulpito, ultimamente il signore in questione non ha brillato per saggezza nelle sue boutade, sinanche farsi bollare da parte dell’opinione pubblica, per me in modo alquanto esagerato come un razzista (io mi ritengo “moderatamente e diversamente” razzista e non ne scorgo i crismi). Non credo che lo sia, penso piuttosto al tempo che passa, a qualche segno di senilita` e anche perche` no, a una certa qual “vecchiezza”, una puzza di naftalina nel pensiero e nelle idee. D’altra parte potrei scusarlo, lui che ha quasi 70 anni, osservo giornalmente persone ben piu` giovani che suonano, come idee, ancora piu` datate, vetuste e retrograde.
 
A posto con le attenuanti del caso, comunque mi colpiscono un paio di frasi che estrapolo dal suo discorso complessivo cercando di non travisarne il senso: la prima parte nella quale afferma piu` o meno che “per vincere siamo… “ chi?  
 
Immagino si riferisca all’Italia e agli Italiani “…disposti a tutto”, riferendosi quasi fosse un crimine come ammazzare la mamma al fatto di schierare 11 giocatori (di alto livello) stranieri. Personalmente continuo a non vederci niente di male, anzi se parliamo di Inter sappiamo che e` nella natura e nella storia del club l’accoglienza per gli stranieri. L’Internazionale si chiama cosi` e nasce da una scissione dal Milan per l’appunto su un dissidio relativo al tesserare stranieri o meno. E sin qui niente di nuovo, lo sanno pure i sassi (e magari anche Sacchi, interista da bambino, cosi` dice lui).  
 
L’ultima resistenza dei tifosi, non sul passaporto ma sul colore della pelle, la vinse Massimo Moratti ingaggiando Paul Ince (e non dimentichiamo Jair del padre, foto nel post per i piu` giovani). Semmai, quello che fa piu` specie e` dover continuare a sentir battere una sorta di grancassa di italianita` ed orgoglio nazionale, di identificazione del paese, attorno al calcio e neanche quello delle nazionali, dove come noto a chi mi legge da un po’ sono praticamente per l’abolizione delle competizioni o il ritorno a schierare dei semi professionisti, o radunarsi a mo’ di dream team come accade per alcuni sport professionistici una volta ogni 4 anni. 
 
No, qui parliamo dei club (ripeto, ormai anche di proprieta` straniera), che si muovono all’interno di un contesto oltreche` professionistico  piu` ampio, non il campionato ma le competizioni europee, in regime di libera circolazione dei lavoratori nella comunita` e con gente che a buon diritto possiamo considerare dei fratelli della porta accanto. E lo stesso dicasi per i nostri vivai quando crescono giocatori nati altrove, basta che non si configuri come accaduto in passato una sorta di “tratta” di giovani schiavi.
 
Allargando il discorso, viviamo tempi in cui enormi masse di persone si muovono alla ricerca di una vita migliore ed il paese volente o nolente si deve sobbarcare l’accoglienza e spesso tentare l’integrazione di molti di questi. Se mi chiedete se mi piace vi rispondo tranquillamente di no e che anzi sono molto spaventato da questi fenomeni ma, sono una realta`, ci dobbiamo fare conti e capire che i confini stanno solo sulla carta, le nazionalita` di oggi non sono quelle di domani e la cultura di un posto e` quello che altri che son venuti da noi hanno portato e porteranno. Se non cogliamo questo aspetto, il passo successivo sara` una sorta di bugia che ci autosomministriamo, un negazionismo storico, una resistenza al cambiamento che rischia di travolgerci e spazzarci via.
 
Insomma per tornare al nostro buon vecchietto Sacchi che ha grandi meriti per aver cambiato il modo di giocare al calcio in questo paese, non si puo` pensare che questa cosa accaduta ormai  piu` di 20 anni fa ti accrediti per esternare cose fuori dal tempo e dal contesto, evitando il necessario passaggio di collegare le sinapsi prima di parlare. L’identita` e l’orgoglio nazionale dovremmo cercare di riguadagnarli su cose ben piu` serie che un pallone, il quale pallone dovrebbe essere divertimento (ben vengano gli stranieri quindi,quelli bravi) e non materia politica. E poi ci stupiamo che i Napoletani “fanno a mazzate” coi Romani, questi coi Milanesi e questi coi Torinesi? 
 
Stessa roba, traslando il concetto, se il vecchietto ne e` ancora capace.
 
Se poi torniamo alle “mie” odiate nazionali, forse si potrebbe dare un occhio a quelle campioni del mondo di Francia e piu` recentemente Germania, guardarne la “composizione etnica”, per capire quanto il paradigma possa cambiare e chi siano i nuovi francesi e nuovi tedeschi (o chi saranno i nuovi azzurri). Insomma la discussione su da dove viene chi schiero, dove e `nato (magari e` piu` importante dove uno si e` formato,  Zanetti dopo 20 anni in Italia che cos’e` se non un prodotto del movimento?), che colore ha, fa ridere i polli, capiamolo una volta per tutte, invece di strizzar l”occhio a Sacchi  con sorrisetto sarcastico (basato su che cosa?) come il  “simpatico”  “Billy” di Sky con il “brillante Marocchi”, detto da un moderatamente e diversamente razzista come me a voi che razzisti non lo siete, ci mancherebbe altro.
 
Se dobbiamo ragionare del “nostro movimento” va fatto modernizzandolo,  tenendo conto di questo contesto, evitando di pensare di vivere su Marte. I bei vecchi tempi non torneranno (sic). Permettetemi di sottolineare che il vero pericolo non sta tanto nelle dichiarazioni o atteggiamenti di questo tipo ma in quello che in realta` non viene espresso, quello a cui sottendono, quello strisciante sentimento, quella sensazione di malessere che ci arriva generandoci quel caratteristico, leggero senso di nausea.
 
Ultimo aspetto e poi chiudo, sottolineando che concordo con Javier Zanetti (per una volta ha detto una cosa seria) dicendo che nel 2015 sentire ancora certe cose non si puo` proprio piu`. Quando il gentile anzianotto dice “non ci piace vincere cosi`”, sempre riferendosi all’Inter 2010, di nuovo, a chi si riferisce? Chi sarebbero costoro a cui non piace? Perche` a me e` piaciuto e potrebbe “ripiacere” ancora, magari accadesse, oppure sempre in una botta di archeologica e onnipotente vecchiezza, “L’Arrighe” si e` attribuito un plurale maiestatis? Mistero.
 



Commenti:  0 | Stampa: Stampa veloce



facebook
http://jcmelegnano.net/news.php?item.148



trofei_2019.jpg
 
Numero_soci_2019.jpg
 
 Buono partita.png
 
app_android.jpg
 
contattaci_nero_e_giallo.jpg
scrivi_un_articolo.jpg
 
bandiera_juve.gif
 
meteo_it_2.jpg
meteo_melegnano_2.jpg
meteo_Calcio_2.jpg
 
Uniti per un solo amore.jpg
Juventus_Card.png
servizio_pullman.jpg
trasferte.jpg
 guarda_video_juve_stadio_.jpg
 Emozione.jpg




Tennis.png
 
amici.jpg
 
TB_icona_250.jpg
 
blog_luca_marotta.jpg
 
logo_orange_stings.jpg

foto_divisorio_sondaggio.jpg



 
 

 

Chatbox


Devi essere registrato per inviare commenti - effettua il Login oppure se non sei registrato clicca qui per iscriverti


RozziEugenio16
Ciao!!

rozzieugenio
Ciao a tutti!!

fabiettto
sono residente in Puglia... Posso iscrivermi regolarmente al club?

rozzieugenio
Ciao a tutti!! Come và?

Prof72
Ora mi sento parte integrante del club.finalmente mi sono iscritto per tifare con tutti voi.

sef1897
Saluti ...

Prof72
Ciao a tutti sono stato assente per un bel Po ma torno con piacere tra gli amici bianconeri.

rozzieugenio
Ciao a tutti!!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web Elettrik79.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web oskarre64.
Ora puoi tifare con noi!