Palacio, la speranza per allungare la striscia...

Scritta da g.rossi il: domenica 13 luglio 2014 - 09:52 22 nella categoria: L'opinione degli "altri"

Fu la stagione 1980-81 che vide la riapertura delle frontiere per l’acquisto di calciatori stranieri. Lo scudetto fu vinto dalla Juventus allenata da Giovani Trapattoni e rinforzata a centrocampo dall'irlandese Liam Brady. Anche Roma, Napoli e i campioni in carica dell'Inter misero a segno buoni 

colpi, ingaggiando rispettivamente il brasiliano Paulo Roberto Falcao, l'olandese Ruud Krol e l'austriaco Herbert Prohaska. 
 
Tutto ciò quale preambolo all’introduzione al curioso dato statistico cui farò brevemente cenno e non a caso, visto il giorno di pubblicazione, riguarda i campionati mondiali di calcio e in particolar modo quell’avvenimento interplanetario che blocca il mondo intero e cioè la finalissima. 
 
Sono infatti ben 32 anni, precisamente dal Campionato del Mondo giocato in Spagna nel 1982 che vide trionfare la nostra squadra sui rivali di sempre, la Germania, che la finalissima vede calpestare l’erba da parte di almeno un giocatore che vestiva la casacca dell’Internazionale:   
 
- nel 1982, nella splendida squadra condotta da Enzo Bearzot, giocarono da titolari la finalissima il giovanissimo Beppe Bergomi e Lele Oriali, ma dopo pochi minuti dall’inizio anche “Spillo” Altobelli subentrò al posto dell‘ infortunato Graziani, e fu anche autore come tutti sappiamo del terzo gol azzurro. 
 
- nel mondiale messicano del 1986 nella finale Argentina - Germania, vinta 3 a 2 dagli argentini, giocò e realizzò al 74’ il gol del momentaneo 1 a 2 K.H. Rummenigge, indimenticabile campione dalla forza fisica devastante. 
 
- nel 1990 i tedeschi si presero la rivincita e A. Brehme, fantastico terzino sinistro di fascia realizzò al 84’ su rigore dubbio il gol della rivincita tedesca; con lui in campo anche Lothar Mattheus, eccezionale centrocampista e vero e proprio trascinatore dell’Inter dei record del Trap. 
 
- nel 1994 la spedizione in Usa ci porta fino alla finale, persa poi malamente ai rigori, e tra le fila degli azzurri giocò Nicolino Berti, che pur senza disputare una partita memorabile, contribuì ad allungare la striscia di finali giocate da un giocatore nerazzurro. 
 
- nel mondiale disputato in Francia nel 1998 trionfo dei transalpini per 3 a 0 sul Brasile e per 75’ minuti contribuisce alla vittoria Youry Djoerkaeff, mezzala neroazzurra che tutti ricordano per il gol realizzato in rovesciata contro i giallorossi a San Siro. Fra le fila brasiliane un Ronaldo reduce da una eccezionale stagione ma devastato da un non meglio specificato infortunio giocò una partita non da Fenomeno quale era e possiamo col senno di poi dire che si tratto dell’inizio della sua parabola discendente dovuta a pazzeschi infortuni e successive ricadute che ci hanno privato chissà per quanti anni delle giocate di uno dei migliori giocatori di tutti i tempi. 
 
- nel 2002, nella finale di Yohokoama, il Brasile stende la Germania per 2 a 0 con una doppietta nel secondo tempo di Ronaldo che in quel momento vestiva ancora la casacca neroazzurra prima di passare nelle fila dei blancos di Madrid 
 
- nel trionfo dell‘Italia in Germania il contributo di Marco Materazzi si rivelò determinante grazie al gol del pareggio subito dopo il vantaggio transalpino su un rigore realizzato da Zinedine Zidane e se vogliamo anche per l’espulsione dello stesso Zidane poco prima dei calci di rigore finali. 
 
- nel mondiale Sudafricano del 2010 la Spagna conquista per la prima volta il titolo di campione del Mondo sconfiggendo a Johannesburg l‘Olanda alla sua terza finale persa; nelle fila olandesi disputa una buona partita W.Snejder, che vede svanire probabilmente la possibilità di aggiudicarsi il Pallone d‘Oro: sarebbe probabilmente stato il vincitore se avesse vinto il titolo, dopo aver contribuito nella stagione con l’Inter a raggiungere il celeberrimo Triplete (Champions League, Campionato e Coppa Italia).   
 
Siamo a poche ore dalla finale di Rio de Janeiro: ancora una volta la finale sarà tra Germania e Argentina; in rosa nelle file dell’albiceleste sono aggregati Alvarez e Campagnaro, finora mai utilizzati e con poche speranze di entrare, ma in panchina siede Rodrigo Palacio già utilizzato in alcuni spezzoni di partita dal tecnico argentino quale cambio per il pocho Lavezzi o Higuain. 
 
Confido dunque nel suo ingresso nella speranza che questa strana e curiosa sequenza possa continuare...
 
 
P.S.: questo "record" è sicuramente valido se riferito alle squadre italiane...verificherò in caso di ingresso in campo questa sera di Palacio se la stessa cosa si può dire in senso assoluto.



Commenti:  0 | Stampa: Stampa veloce



facebook
http://jcmelegnano.net/e107_plugins/autogallery/autogallery.php?show=LE%20JUVENTUS....VINCENTI



trofei_2019.jpg
 
Numero_soci_2019.jpg
 
 Buono partita.png
 
app_android.jpg
 
contattaci_nero_e_giallo.jpg
scrivi_un_articolo.jpg
 
bandiera_juve.gif
 
meteo_it_2.jpg
meteo_melegnano_2.jpg
meteo_Calcio_2.jpg
 
Uniti per un solo amore.jpg
Juventus_Card.png
servizio_pullman.jpg
trasferte.jpg
 guarda_video_juve_stadio_.jpg
 Emozione.jpg




Tennis.png
 
amici.jpg
 
TB_icona_250.jpg
 
blog_luca_marotta.jpg
 
logo_orange_stings.jpg

foto_divisorio_sondaggio.jpg



 
 

 

Chatbox


Devi essere registrato per inviare commenti - effettua il Login oppure se non sei registrato clicca qui per iscriverti


RozziEugenio16
Ciao!!

rozzieugenio
Ciao a tutti!!

fabiettto
sono residente in Puglia... Posso iscrivermi regolarmente al club?

rozzieugenio
Ciao a tutti!! Come và?

Prof72
Ora mi sento parte integrante del club.finalmente mi sono iscritto per tifare con tutti voi.

sef1897
Saluti ...

Prof72
Ciao a tutti sono stato assente per un bel Po ma torno con piacere tra gli amici bianconeri.

rozzieugenio
Ciao a tutti!!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web Elettrik79.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web oskarre64.
Ora puoi tifare con noi!