Leonetti ruggisce: "Conte il contratto lo..."

Scritta da Max il: lunedì 07 luglio 2014 - 09:06 22 nella categoria: Il ruggito di Leonetti

Per gli innumerevoli ammiratori di Franco Leonetti, scrittore e giornalista dalla palese ammirazione per i colori bianconeri, pubblichiamo qui di seguito l'intervista allo stesso Leonetti, pubblicata in esclusiva sul sito Spazio Juve:
Ecco come il noto giornalista e romanziere ha risposto alle domande che

gli abbiamo rivolto: 

Qual è l’ aspetto tecnico più saliente emerso nella rassegna iridata in corso di svolgimento? 
Un Mondiale sorprendente per quanto concerne il livellamento verso l’alto di molte squadre considerate minori, sulla carta. Ormai non esistono più squadre materasso e tutte le partite sono state in equilibrio sino alla fine, decisamente un passo in avanti rispetto ad edizioni passate dove i soliti nomi vincevano già negli spogliatoi quasi senza giocare. Purtroppo la nota dolente è la nostra Nazionale, al momento il calcio italiano, dati alla mano, è davvero caduto in basso e non ha saputo fare meglio di Messico, Algeria, Stati Uniti e Costa Rica tanto per citare alcune compagini che sono andate più avanti di noi. Una cosa che deve far riflettere a fondo”. 

Escludendo i soliti noti e pur con tutte le riserve afferenti l’atipicità della competizione, ci indica un giocatore per reparto sul cui radioso avvenire scommetterebbe, ed in particolare uno che la Juve non dovrebbe lasciarsi sfuggire?
ADVERTISEMENT
Il calcio moderno produce tantissimi talenti, peccato succeda sempre meno spesso nel nostro campionato. Purtroppo i dirigenti italici, troppo spesso, si accorgono dei giovani di certo avvenire solo quando sono già diventati dei super big e costano follie spropositate. In porta non ho dubbi, Scuffet è l’estremo difensore che la Juventus non deve farsi sfuggire per nessun motivo per il dopo Buffon, e credo non lo farà, in difesa un giocatore che a me personalmente piace è Mustafi, ha tutte le potenzialità per diventare un grande difensore ed è già nella nazionale tedesca in Brasile, ma attenzione a Filippo Romagna, centrale della Primavera bianconera, che va lasciato crescere, ma che possiede tutte le peculiarità tecniche per diventare un centrale moderno di grande prospettiva. A centrocampo, dopo  aver previsto l’esplosione di Pogba quando nessuno lo conosceva, dico che Strootman può trasformarsi in un vero asso della mediana negli anni a venire, ma sono molto curioso di vedere il giovanissimo Kingsley Coman nel calcio italiano, ha potenzialità eccelse, starà a lui tramutare sul campo la sua classe ancora acerba. Sulle fasce io stravedo per Willian del Chelsea, con Conte diventerebbe un vero crack, mentre Mimmo Berardi, che ha bisogno di crescere dal punto di vista caratteriale, faceva la differenza in serie B già a 17 anni. E’ un vero patrimonio di talento per il calcio italiano e per la Juventus, se saprà mettere a punto alcuni aspetti, lui è un predestinato: personalmente punto parecchio su di lui”. 

La subitanea, non imprevista estrusione del “Sansonetto” azzurro ha scosso il tempio federale dalle fondamenta e, almeno teoricamente, indotto alla fuga alcuni filistei di lungo corso; secondo Lei, la circostanza sarà interpretata come un’opportunità per metter seriamente mano ai problemi veri del palloncino nostrano o, per dirla come Tancredi ne “Il gattopardo”, cambierà tutto perché nulla cambi? 
"Ottima la citazione dotta estrapolata dal romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, che spero non si attagli alla situazione della nostra malandata Figc. Mai come in questa occasione, nel nostro Paese, a livello di politica sportiva, viene concessa una chance per stravolgere radicalmente il corso degli eventi, avvenimenti pessimi e senza alcuna programmazione, visti i risultati disastrosi ottenuti non solo sul fronte calcistico, ma soprattutto per quanto concerne la salvaguardia, il rilancio e il rispetto delle regole del nostro movimento pedatorio. Lo dico da anni, la FederCalcio andrebbe rasa al suolo, azzerata e ricostruita con personaggi super partes, una volta per tutte. Non sono un sognatore o un romantico, quanto piuttosto un pragmatico, mi auguro che tutto cambi finalmente, ma le reali speranze che un processo simile venga messo in atto, sono davvero poche, viste le manovre già in corso, da parte dei potentati e delle nicchie di poteri forti atti a curare certi interessi piuttosto che il bene collettivo del calcio italiano. Spero ardentemente di sbagliarmi, ma sarei stupito se nella prossima seduta elettiva federale si partorisse un nome nuovo con nuove idee e una direzionalità innovativa”. 

Storiche carenze strutturali ed organizzative, onda lunga di “calciopoli” e crisi finanziaria; la loro commistione ha ridimensionato la SerieA a torneo di transizione, ed azzerato la competitività dei grandi club ( Juve compresa ) nell’acquisizione al diritto sulle prestazioni dei cosiddetti top player, ciononostante, la fiducia concessa alle giovani “promesse” soggiorna tristemente nel fossato delle buone intenzioni. Sarà mica perché, in fondo in fondo, non è questione d’età, ma solo di saper davvero giocar bene al calcio?
 
Saper giocare al calcio è la caratteristica basilare per sfondare ed ottenere il posto in squadra, ma l’atavica carenza di coraggio nel lanciare i giovani nel nostro Paese è ormai un fattore conclamato. In Italia vengono definiti giovani, ragazzi di 23-24 anni che devono ancora trovare una dimensione e una titolarità fissa, all’estero ci sono ragazzini di 18 anni che giocano costantemente, e con continuità, nelle loro squadre di club, che divengono pedine inamovibili delle loro rappresentative nazionali, James Rodriguez è un esempio chiaro e lampante di questi mondiali brasiliani, ma ci sarebbero casi a bizzeffe che testimoniano la nostra cecità in questo contesto. Per cambiare rotta e trend serve rimuovere questa mentalità errata e vetusta sin da subito. Il futuro sono i giovani, magari abilmente miscelati ad intelaiature comprovate e collaudate, le nostre squadre, spesso, hanno una media anagrafica a dir poco preoccupante, con pochissimi giovani sullo sfondo, pronti a fare grandi cose. Anche i settori giovanili vanno riorganizzati, altrimenti non si uscirà da questo stato di crisi. La Juventus è la società che negli ultimi anni sta lavorando al meglio con la linea verde, avanti così”. 

All’ uopo: la scelta bianconera di non cooptare immediatamente Berardi e Rugani, a suo avviso, è da ritenersi saggia?
Di Berardi ho già detto in precedenza, talento purissimo che deve crescere in mentalità, per Rugani, altro giovane interessantissimo, ritengo sia giusto vederlo confrontarsi nel suo primo campionato di Serie A da titolare, per poi trarre delle conclusioni. Ad Empoli nello scorso campionato Rugani ha dato grandi prove di sé, l’augurio è che possa ripetersi anche nella prossima stagione”. 

Per quel che si sente e legge, Iturbe costerebbe più o meno quanto il Barcellona richiedeva per il cartellino di Sanchez prima dei Mondiali. A prescindere dall’eventuale contropartita in “natura”, volta a diminuire l’esborso in denaro sonante da versare al club scaligero, non sarebbe stato meglio preferire la certezza, ad una scommessa accompagnata da tutte le incognite del caso? 
"Alexis Sanchez ha un’esperienza internazionale che servirebbe assai a Conte e ai suoi ragazzi, probabilmente sarebbe stato meglio chiudere la trattativa prima dei Mondiali, ora appare difficile il suo trasferimento a Torino, potrebbe venir immesso come contropartita tecnica nell’affare Suarez che i blaugrana hanno intavolato con il Liverpool, ma il mercato mi ha insegnato che nulla è fatto e definitivo finché non c’è ufficialità, quindi attendiamo. Iturbe è un giovane di talento, ha fatto cose strabilianti nel passato campionato, il suo primo in Italia, ha una valutazione eccessiva prodotta dall’asta creata ad hoc dal Verona, la Juventus è molto interessata al ragazzo argentino, ma non ha intenzione di svenarsi, e aggiungo io giustamente. Marotta non ha intenzione di smuoversi dalle cifre proposte agli scaligeri: 20 milioni più un giocatore o 23 milioni cash, ora spetta alla società veneta accettare o meno la proposta vantaggiosa, se poi i dirigenti gialloblù decidessero di correre dietro a chimere o promesse fatue, Iturbe non approderà nel capoluogo piemontese. Ecco la situazione reale ad oggi”. 

Se, per magia, fosse possibile “ringiovanire” un grande bianconero del passato, uno solo, e precettarlo seduta stante, verso chi indirizzerebbe la Sua scelta? 
Senza alcun dubbio il mitologico Gaetano Scirea, un uomo straordinario, un campione imparagonabile sul campo, una persona straordinaria fuori e dentro il rettangolo di gioco. Lui sarebbe l’esempio utile per far crescere tanti giovani che si accostano al calcio con i giusti valori umani e sportivi, mentre oggi i ragazzini hanno come esempio modelli quali Balotelli. Come cambiano i tempi, ahinoi”. 

La storia insegna che, ogni qualvolta l’allenatore è in scadenza di contratto, i risultati non sono mai lusinghieri; crede che la situazione contrattuale di Conte, se tale permarrà, si ripercuoterà sulla nascente stagione agonistica? 
Conte è un allenatore fantastico, il vero valore aggiunto, il fuoriclasse, di questa Juventus tricampione d’Italia. Una persona onesta, corretta, sincera che ama la Juve più di ogni altra cosa. Diciamo che sarà basilare la campagna di rafforzamento messa in atto dai suoi dirigenti in questa sessione di mercato estiva: se giungeranno uomini per migliorare il progetto e pianificare il futuro, Antonio Conte siglerà il rinnovo. Io non vedo la Juventus senza il suo conducator, fosse per il sottoscritto gli farei firmare un contratto in stile Ferguson, a vita”.



Commenti:  0 | Stampa: Stampa veloce



facebook
http://jcmelegnano.net/page.php?4



trofei_2019.jpg
 
Numero_soci_2019.jpg
 
 Buono partita.png
 
app_android.jpg
 
contattaci_nero_e_giallo.jpg
scrivi_un_articolo.jpg
 
bandiera_juve.gif
 
meteo_it_2.jpg
meteo_melegnano_2.jpg
meteo_Calcio_2.jpg
 
Uniti per un solo amore.jpg
Juventus_Card.png
servizio_pullman.jpg
trasferte.jpg
 guarda_video_juve_stadio_.jpg
 Emozione.jpg




Tennis.png
 
amici.jpg
 
TB_icona_250.jpg
 
blog_luca_marotta.jpg
 
logo_orange_stings.jpg

foto_divisorio_sondaggio.jpg



 
 

 

Chatbox


Devi essere registrato per inviare commenti - effettua il Login oppure se non sei registrato clicca qui per iscriverti


rozzieugenio
Ciao a tutti!! Come và?

Prof72
Ora mi sento parte integrante del club.finalmente mi sono iscritto per tifare con tutti voi.

sef1897
Saluti ...

Prof72
Ciao a tutti sono stato assente per un bel Po ma torno con piacere tra gli amici bianconeri.

rozzieugenio
Ciao a tutti!!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web Elettrik79.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web oskarre64.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web acquaviva7.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web antofore.
Ora puoi tifare con noi!

Zibi67
Benvenuto nel nostro spazio web Paoletta.
Ora puoi tifare con noi!