News del 13.07.2011

Scritta da Zibi67 il: giovedì 12 luglio 2012 - 23:49 54 nella categoria: News in bianconero

Juve, domani a Chatillon arriva Andrea Agnelli - È in programma domani verso le 9 la visita del presidente Andrea Agnelli al ritiro della Juventus a Chatillon (Aosta), dove i bianconeri resteranno sino al 23 luglio. Per il presidente sarà l'occasione di incontrare i giocatori e, probabilmente, anche l'allenatore Antonio Conte al rientro dall'interrogatorio davanti agli inquirenti federali nell'ambito dell'inchiesta sul Calcioscommesse. L'allenamento mattutino, previsto alle 9.30, è stato quindi posticipato.
Per il rischio di proteste delle frange più violente dei tifosi sono state intensificate le misure di sicurezza nel ritiro estivo della Juventus a Chatillon (Aosta). Oggi polizia e carabinieri erano presenti in forze a causa del pericolo che tra lo stadio Brunod e il Summer Village venissero compiute azioni dimostrative (bombe carta e altro) da parte dei supporter, scontenti per il rincaro degli abbonamenti per la prossima stagione. Rischio per il momento scongiurato, ma il livello di attenzione delle forze dell'ordine, anche con furgoni della polizia che transitano nelle strette strade del paese, rimarrà 'elevatò anche nei prossimi giorni.
 
dal sito TUTTOSPORT
 
Juve, altro colpo: è fatta per Armero - E' un Pozzo senza fondo. O se preferite un Pozzo di San Patrizio. Fatto sta che dopo Isla e Asamoah la Juve consolida l'asse con l'Udinese della famiglia Pozzo mettendo a segno un terzo colpo: Pablo Armero. L'operazione non è ancora conclusa, ma salvo imprevisti clamorosi lo sarà nel giro di qualche ora. Stando a quanto filtra il mancino colombiano si trasferirà a Torino con la formula del prestito con diritto di riscatto. Anche la formula non è nuova, essendo già stata utilizzata a più riprese da Marotta, a partite dalla doppia operazione Pepe-Motta, proprio con i friulani come controparte. Armero andrà a contendere la maglia di titolare della fascia sinistra a De Ceglie, sostituendo di fatto Marcelo Estigarribia, destinato al ritorno in Argentina, al River Plate.

dal sito TUTTOSPORT
 
Conte lascia la Procura: «Felice di aver detto la verità» - Il tecnico della Juve ha lasciato la procura intorno alle 19, dopo quasi quattro ore di interrogatorio con Stefano Palazzi. Il tecnico della Juve ha rilasciato poche dichiarazioni all'uscita. "Sono contento, ho chiarito tutto e sono totalmente soddisfatto. Finalmente ho potuto raccontare la verità. Ora torno in Valle d'Aosta a fare ciò che mi riesce meglio: vincere".

dal sito TUTTOSPORT
 
Conte arrivato in Procura. Tifosi lo accolgono festosi - Alle 15.15 ha fatto il suo arrivo in Procura federale il tecnico della Juventus Antonio Conte, accompagnato dai legali De Rensis e Chiappero. L'allenatore è stato convocato dagli 007 federali per fornire chiarimenti, sulla stagione di Serie B 2010-2011 quando era alla guida del Siena e, in particolare, sulle presunte combine di Novara-Siena del 30 aprile 2011 e AlbinoLeffe-Siena del 29 maggio 2011. Un gruppo di tifosi bianconeri ha salutato l'arrivo di Conte al grido "Alè Antonio Conte". Ad accusare Conte è l'ex giocatore del Siena e pentito del calcioscommesse Filippo Carobbio che già il 29 febbraio scorso raccontò agli inquirenti federali che "lo stesso Conte ci rappresentò che potevamo stare tranquilli in quanto avevamo raggiunto l'accordo con il Novara per il pareggio (finì 2-2, ndr)". Mentre sulla vittoria per 1-0 dell'AlbinoLeffe del 29 maggio 2011 il difensore ammise che "fummo tutti d'accordo, squadra e allenatore, di lasciare il risultato all'AlbinoLeffe".

dal sito TUTTOSPORT
 
Juve, i russi vogliono Melo. Gabbiadini-El Kaddouri si fa - Giornata intensa, ieri, per l’amministratore delegato bianconero Giuseppe Marotta e per il suo braccio destro, il direttore sportivo Fabio Paratici . Un po’ hanno lavorato insieme, un po’ si sono divisi i compiti (soprattutto quando, nel tardo pomeriggio, Marotta ha lasciato Milano per raggiungere la squadra nel ritiro a Chatillon, mentre il ds è rimasto in Lombardia), riuscendo comunque a imprimere accelerate ad alcune trattative in fase di stallo da giorni, settimane.
Tra le operazioni praticamente concluse, figura l’acquisto dell’attaccante dell’Atalanta, Manolo Gabbiadini . I contatti con l’ad nerazzurro Pierpaolo Marino e con l’agente del giocatore, Silvio Pagliari , proseguono da tempo. Gli incontri avvenuti ieri dovrebbero essere pressoché risolutori: l’intesa prevede l’acquisto in comproprietà del giocatore per 2,5 milioni di euro più la compartecipazione e il diritto alle prestazioni sportive di James Troisi (il centrocampista australiano che la Juve ha rilevato a parametro zero: giocava con i turchi del Kayserispor Kulübü).
Sul fronte uscite, resta caldo il nome di Felipe Melo: lui in Turchia ci tornerebbe volentieri (assalto del Fenerbahçe, stabile il Galatasaray), ma sono in pressing anche i russi dello Spartak Mosca. Manuel Giandonato in direzione Novara, si discute tra comproprietà e prestito secco.
 
dal sito TUTTOSPORT

Juve, è di Matri il primo gol - Senza Antonio Conte (già a Roma per l’audizione di domani davanti a Palazzi) ma con la stessa filosofia. La Juventus ieri pomeriggio è ripartita come aveva concluso: intensità e possesso palla. Dopo la parte atletica con il preparatore Paolo Bertelli, il viceallenatore Angelo Alessio ha guidato una serie di partitelle a tema. Il primo gol della stagione lo ha realizzato Alessandro Matri, abile a sfruttare un rinvio sbagliato del giovane portiere Branescu. Immediati gli applausi degli oltre 500 tifosi sugli spalti dello stadio di Chatillon. Tra più osannati Mirko Vucinic, Simone Pepe, Martin Caceres e Arturo Vidal. Il cileno e De Ceglie sono stati gli unici a saltare la partitella. Nessun allarme, ma un programma personalizzato dopo i problemi fisici (pubalgia per Vidal e stiramento alla coscia destra per De Ceglie ) di fine stagione. A Chatillon anche il dg bianconero Marotta, prima in visita alla squadra e poi a firmare con le istituzioni locali l'accordo per i prossimi tre ritiri estivi: Juve-Chatillon fino al 2015.
 
dal sito TUTTOSPORT
 
Juve a Chatillon per 3 anni. Accordo per 2,3 milioni - La Juve si lega alla Val d’Aosta per tre anni: l’ad Beppe Marotta sale a Chatillon in serata e ratifica l’accordo con l’assessore Aurelio Marguerettaz, il club bianconero incasserà 2,3 milioni e la regione avrà un incremento turistico pari al cinquanta per cento.
Gli alberghi sono pieni, i duemila posti letto del comprensorio Chatillon-St. Vincent sono insufficienti rispetto alle richieste, la stima delle presenze giornaliere sfiora quota cinquemila, e già oggi, nel primo giorno di ritiro, si respirano entusiasmo e passione. In centinaia accolgono la squadra, s’assiepano allo stadio per il primo allenamento, animano le strade del paese colorate di bianconero e... rossonero, ma solo perché è il colore della valle. Ci sono le gigantorafie dei campioni di ieri e gli applausi per quelli di oggi. S’avverte la nostalgia per Alessandro Del Piero: non indosserà mai le nuove maglie, ma i tifosi chiedono di stamparci sopra il nome.

dal sito CORRIERE DELLO SPORT


Commenti:  0 | Stampa: Stampa veloce




Devi essere loggato per inserire commenti su questo sito - Per favore loggati se sei registrato, oppure premi qui per registrarti